Partito Comunista – Federazione Estero

Partito Comunista Federazione Estero

Partito Comunista
Contro l'Unione Europea,
Contro la NATO,

Per il socialismo,
Tutto per la classe operaia
Partito Comunista
31/08/2020 By Redazione Non attivi

Il Mutualismo

Cos’è il mutualismo, in breve?

Dal punto di vista marxista, il mutualismo è una forma di socialismo utopistico che risale a Proudhon, socialista francese contemporaneo di Marx. E’ una corrente anarchica la cui prassi consiste nel promuovere cooperazione volontaria e mutuo appoggio in maniera tale da raggiungere una situazione di potere duale che porti al graduale superamento del sistema capitalista. L’emancipazione della classe lavoratrice avverrebbe dunque non per mezzi politici, ma tramite l’organizzazione di gruppi autogestiti di produttori. L’anarchico americano Clarence Swartz definisce il mutualismo come “un sistema sociale basato su libertà, reciprocità e sovranità dell’individuo su sè stesso […] realizzato tramite iniziativa individuale, libero contratto, cooperazione, competizione e associazione volontaria”.

Perchè ci interessa parlare di mutualismo?

1. Perchè il socialismo utopistico è uno dei semi dalle cui contraddizioni si è sviluppato il pensiero marxista, che ne ha rivelato e superato i limiti.
2. Perchè ancora oggi ci sono gruppi politici che si rifanno a teorie utopistiche quali il mutualismo. Potere al Popolo dichiara “il mutualismo è un tratto distintivo del progetto di Potere al Popolo, un elemento caratterizzante […] È forma di resistenza economica e sociale che proponiamo di sviluppare territorio per territorio con le altre pratiche quotidiane generando reti di solidarietà nelle quali le pratiche sociali che le compongono si definiscono in autonomia e indipendenza tra di loro.” (da Poterealpopolo.org).

Socialismo Utopistico

Il mutualismo è tra quelle dottrine che i marxisti definiscono “socialismo utopistico” (come quelle di Owen, Fourier, Saint-Simon ecc.). Engels definisce criticamente gli utopistici come coloro per cui “il socialismo[…] è l’espressione delle assolute Verità, Ragione, Giustizia [ovvero astrazioni metafisiche, n.d.a.]. Poiché la verità assoluta è avulsa dal tempo, dallo spazio e dallo sviluppo storico dell’uomo, è solo un caso quando e dove sia scoperta [dunque privo di ragione storica o base materiale, n.d.a.]. Ma la verità, la ragione e la giustizia assolute sono diverse per ogni caposcuola; […] allora in tal conflitto d’assolute verità è impossibile una soluzione diversa dall’escludersi a vicenda. Dato ciò, poteva venir fuori solo un socialismo medio eclettico, […] una miscela che ammette varie sfumature […] Per far del socialismo una scienza, serviva anzitutto porlo su una base reale.” (da “Socialismo dall’Utopia alla Scienza”)

Può interessarti anche  Europee del Maggio 2019 - Elezioni estero

Dall’Utopia alla Scienza

Lenin in “Tre Fonti e Tre Parti Integranti del Marxismo” identifica il socialismo utopistico come una delle tre fonti del marxismo. Le altre due sono l’econimia classica (in particolare Adam Smith, David Ricardo) e filosofia materialista e dialettica (quindi Feuerbach e Hegel). Dai limiti e dalle contraddizioni di ognuna di queste 3 fonti derivano parti integranti del pensiero marxista:

Share and Enjoy !

Shares

Pagine: 1 2 3 4 5 6