Partito Comunista – Federazione Estero

Partito Comunista Federazione Estero

Partito Comunista
Contro l'Unione Europea,
Contro la NATO,

Per il socialismo,
Tutto per la classe operaia
Albero per albero - cover
20/04/2022 By Redazione Non attivi

Albero per albero

Albero per albero - coverPiantare una “Palma Real” come segno di solidarietà e amicizia tra i popoli: una serata passata a piantare un albero insieme a un professore di filosofia si è trasformata in un excursus su José Martí e sull’importanza dell’arte marziale difensiva dell’aikido.
È la metà di marzo e la sera ci diamo appuntamento con Fidel Hechavarría, un docente dell’Università di Fajardo all’Avana. Siamo venuti a conoscenza di lui perché fa sport con la sua famiglia ogni sera nei campi sportivi dell’università. Non uno sport qualsiasi, ma l’arte marziale difensiva dell’aikido. È stato anche attivo nella protezione dell’ambiente per anni. Dopo aver parlato con lui, ci ha invitato a piantare un albero insieme al bordo del campo sportivo.
Ci racconta che insegna filosofia e che prima ha praticato il karate fino a quando ha iniziato l’aikido. Fidel spiega che l’Aikido non è principalmente un’arte marziale perché non si tratta di competizione. L’Aikido è una delle arti marziali, ma è soprattutto una pratica per rafforzare le persone nel loro sviluppo personale. L’Aikido insegna anche il rispetto nel trattare con gli altri. “Noi atleti di Aikido non pratichiamo quest’arte per attaccare gli altri, ma per difendere il nostro prossimo e noi stessi”, dice Fidel.
Vent’anni fa, ha iniziato a piantare un albero dopo l’altro in tutto il campus. Il suo incentivo è quello di incoraggiare gli altri – soprattutto i giovani – a fare di più per l’ambiente. A tal fine, ha fondato il progetto “Ecomovimiento Martiano Árbol del Mundo” insieme a compagni di campagna. Lo scopo di questo progetto è quello di piantare il maggior numero possibile di alberi a Cuba, tra cui la famosa “Palma Real”, che è raffigurata sullo stemma di Cuba. In totale, hanno già piantato oltre 1200 alberi nel campus, che forniscono ombra e ossigeno.
Questa sera piantiamo due di queste palme reali, che, quando sono alte, si suppone assumano la forma di una V come simbolo della vittoria della rivoluzione. Fidel Hechavarría ci spiega che appare in una famosa poesia (“Yo soy un hombre sincero”) di José Martí, eroe nazionale di Cuba.
Ci dice anche che Cuba, come altri stati insulari, è già gravemente colpita dal cambiamento climatico e soffrirà ancora di più se non si fa qualcosa a livello mondiale. L’aumento del livello del mare sta già costringendo il reinsediamento e potrebbe portare al 10 per cento della superficie di Cuba ad essere inghiottita dal mare entro il 2100. Cuba sperimenterà anche meno pioggia, più siccità e uragani più forti. Fidel si occupa delle conseguenze del cambiamento climatico dal 1989, quando non si parlava quasi mai della questione in pubblico. Ci spiega che al giorno d’oggi molte persone a Cuba non hanno il tempo di pensare di più al cambiamento climatico e al suo impatto sul nostro futuro a causa della difficile situazione economica e dei problemi della vita quotidiana.
Anche se Cuba è responsabile solo dello 0,08% delle emissioni globali di CO₂, nel 2017 il Consiglio dei Ministri cubano ha approvato una legge sulla protezione del clima e dell’ambiente, la “Tarea Vida”, il “Compito della vita”. Si tratta di rispondere il più possibile al drastico cambiamento dell’ambiente e delle condizioni di vita della gente (per esempio, si farà più pane con radici resistenti al clima come la yuca), oltre a continuare a riforestare. Come Fidel Castro nel suo famoso discorso al primo vertice internazionale sul clima nel 1992, Fidel Hechavarría sottolinea la necessità di un’economia consapevole dell’ambiente e sostenibile.

Link: https://www.berichteaushavanna.de/2022/04/13/baum-fuer-baum/

Può interessarti anche  Formazione a Cuba

Share and Enjoy !

Shares
Website | + posts