Partito Comunista – Federazione Estero

Partito Comunista Federazione Estero

Partito Comunista
Contro l'Unione Europea,
Contro la NATO,

Per il socialismo,
Tutto per la classe operaia
Giorno della memoria
27/01/2022 By Redazione Non attivi

27 gennaio 1945 “Giorno della memoria”

Giornata della memoria

“Ogni essere umano che ami la libertà deve più ringraziamenti all’Armata Rossa di quanti ne possa pronunciare in tutta la sua vita” (Ernest Emingway)

La liberazione dei campi di Auschwitz dai soldati sovietici dell’Armata Rossa.

Dal 2005, l’anniversario della liberazione dei campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau è diventato il giorno della Memoria delle vittime del nazismo.

La prima pattuglia russa giunse in vista del campo verso il mezzogiorno del 27 gennaio 1945. […] Erano quattro giovani soldati a cavallo, che procedevano guardinghi, coi mitragliatori imbracciati, lungo la strada che limitava il campo. Quando giunsero ai reticolati, sostarono a guardare, scambiandosi parole brevi e timide, e volgendo sguardi legati da uno strano imbarazzo sui cadaveri scomposti, sulle baracche sconquassate, e su noi pochi vivi.

Così Primo Levi scrisse nelle prime pagine della Tregua. Questi giovani soldati sovietici che descrive facevano parte dell’Armata Rossa, che liberò Auschwitz. Fu anche un comandante di quest’esercito sovietico a chiedere al chimico Primo Levi e al medico Leonardo Debenedetti di stilare il Rapporto sulla organizzazione igienico-sanitaria del campo di concentramento per Ebrei di Katowice, per raccogliere informazioni ed inchieste sui massacri perpetrati dai nazisti per il tribunale della storia.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, ossia la Grande Guerra Patriottica per i russi, 12 milioni di soldati sovietici furono uccisi nei campi di battaglia, per salvare il mondo dal nazismo.

Arbeit macht frei (“il lavoro rende liberi”) era la scritta infame posta all’ingresso di uno dei campi di Auschwitz dove furono sterminati più di un milione di prigionieri, in gran parte ebrei, e anche oppositori politici, come i comunisti. Nemmeno il revisionismo storico rende liberi : il 19 settembre 2019, il Parlamento Europeo, riunito a Strasburgo, ha approvato la risoluzione intitolata Importanza della memoria europea per il futuro dell’Europa, nella quale si equiparano di fatto nazismo, fascismo e comunismo, dimenticando volontariamente il ruolo dell’Armata Rossa nella sconfitta del nazismo. Una macchia d’infamia indelebile per questa istituzione.

Può interessarti anche  Manifestazione Nazionale il 10 Ottobre a Roma-NO Unione Europea

Noi, comunisti, ribadiamo che il Capitale nella sua fase imperialista fa sempre la guerra perché l’unico obiettivo è fare profitto. Solo i comunisti sono i garanti della pace. Come scrisse E. Hemingway, ogni essere umano che ami la libertà deve più ringraziamenti all’Armata Rossa di quanti ne possa pronunciare in tutta la sua vita.

Share and Enjoy !

Shares
Website | + posts