Partito Comunista – Federazione Estero

Partito Comunista Federazione Estero

Partito Comunista
Contro l'Unione Europea,
Contro la NATO,

Per il socialismo,
Tutto per la classe operaia
bandiere_partito_comunista_rosse_italia1
11/09/2021 By Redazione Non attivi

L’altro 11 settembre

Mentre le istituzioni all’estero della Farnesina, atlantiste, commemorano l’attentato alle torri Gemelle che segna una cesura dell’imperialismo capitalista in cui sono morte migliaia di persone (durante e dopo) e che ha fatto cominciare il nuovo millenio con il terrore, così come si voleva…
Chiunque sia stato, a noi comunisti, non interessano i complotti.
La Federazione Estero del Partito Comunista commemora invece il Partito Comunista del Cile e tutti i suoi morti e prigionieri dell’11 settembre 1973. Il golpe della CIA dava il LA al liberismo capitalista più sfrenato mai visto nella storia dalla prima rivoluzione industriale. In quel momento, i ¾ del mondo erano socialisti e i Chicago boys con le loro lobbies non potevano permettere una nuova rivoluzione proletaria universale leninista che li avrebbe schiacciati.
Dopo il Cile, l’elenco dei golpe provocati ad arte dagli Stati Uniti è lunghissimo, quello che ci rammarica è vedere istituzioni che rappresentano la Farnesina e quindi dovrebbero rispettare la Costituzione antifascista, commemorare solo i loro “amici” statunitensi, che tanta distruzione e morte hanno portato nel mondo. In quel 1973, le ambasciate italiane del centro e del sud America si posero all’avanguardia per salvare le vite umane dei compagni e delle compagne cileni. Come cambiano le cose nel tempo del dimenticatoio borghese…
Questo ci fa capire quanto lo story telling del mainstream sia cambiato, distorcendo la Storia a favore dei boia. Per fortuna, c’è ancora chi cerca di ricordare al popolo come sono andate le cose quasi 50 anni fa.
Noi, come Federazione Estero del Partito Comunista, ci onoriamo di avere tra le nostre fila la nipote del Presidente Salvador Allende, la compagna Ana Maria Bussi, che quel giorno era presente come sua segretaria e dovette fuggire tramite l’ambasciata argentina.
Al giorno d’oggi, nonostante il passaggio dei socialisti borghesi al governo, per i compagni e le compagne torturati, incarcerati ed esuli, non esiste il diritto ad una pensione in Cile!
La Federazione Estero del Partito Comunista in questo 11 settembre partecipa alla commemorazione con tutto il cuore rivoluzionario al fianco del Cile comunista.

Share and Enjoy !

Shares
Website | + posts
Può interessarti anche  Italiani espatriati ai tempi del Coronavirus