Partito Comunista – Federazione Estero

Partito Comunista Federazione Estero

Simbolo_Enrico-Olivetti-LgWueZJWu-transformed
Contro l'Unione Europea,
Contro la NATO,

Per il socialismo,
Tutto per la classe operaia

24/05/2024 By Redazione Non attivi

Le carte Mir Rimuovono il Blocco in Gagauzia

Le carte Mir Rimuovono il Blocco in Gaugazia

Immagine di una carta Mir

Gagauzia :  Contro il blocco economico realizzato dalla Moldavia atlantista, arrivano in le carte Mir

Accordo tra la Gagauzia e Promsvyazbank per l’utilizzo delle carte Mir

Grazie all’accordo stipulato recentemente a Mosca dalla Governatrice della Gagauzia Evghenia Gutul con la banca russa Promsvyazbank, cittadini ed imprese della Gagauzia saranno in grado di utilizzare le carte russe di pagamento del circuito Mir.

Un’alternativa a Visa e Mastercard

Le carte Mir rappresentano un’alternativa di Mosca a Visa e Mastercard, che, emesse da banche straniere, hanno smesso da tempo di funzionare nel territorio della Federazione Russa.

Benefici per i cittadini della Gagauzia

Oltre ad essere un metodo di pagamento alternativo, le carte russe di pagamento Mir permetteranno ai cittadini della Gagauzia di beneficiare di fondi destinati a progetti non solo economici ma sociali, come l’integrazione delle pensioni.

Indennità mensile per 5mila dipendenti pubblici e 20mila pensionati

Infatti, sulla base delle dichiarazioni della Governatrice della Gagauzia Evghenia Gutul, proprio in virtù delle carte russe di pagamento del circuito Mir 5mila dipendenti pubblici e circa 20mila pensionati potranno ricevere una indennità mensile di circa €100.

Storia del circuito Mir

Inizialmente creato nel 2014 dalla Banca Centrale della Federazione Russa in risposta alle sanzioni internazionali, il circuito di pagamento Mir con le sue relative carte russe era divenuto pienamente operativo nel 2022.

Esclusione di sette banche russe dal sistema Swift

In quell’anno infatti ben sette banche russe erano state escluse dal sistema di pagamento Swift con l’evidente scopo di scollegarle finanziariamente a livello internazionale. Promsvyazbank, presente sul mercato da oltre 20 anni e tra i primi cinque maggiori istituti finanziari della Russia, era uno dei sette esclusi.

Diffusione delle carte Mir

Stime ufficiali indicavano in oltre 110 milioni le carte bancarie russe del circuito Mir emesse alla fine del 2023, in genere MasterCard e Visa non facenti però riferimento alle rispettive reti di pagamento.

Funzionamento del circuito Mir

Pur non emettendo direttamente le carte russe di pagamento, il circuito Mir gestisce solo l’omonimo circuito mentre le carte di debito e di credito sono invece rilasciate dai rispettivi istituti finanziari.

La scelta tra sovranità e dipendenza

L’introduzione delle carte Mir in Gagauzia rappresenta un passo importante verso la de-dollarizzazione dell’economia gagauza, riducendo la dipendenza dal dollaro americano e dal sistema finanziario occidentale. Le carte Mir sono collegate al sistema di pagamento nazionale russo, SPFS, che è un’alternativa al sistema SWIFT controllato dagli Stati Uniti. L’introduzione delle carte Mir può incoraggiare il commercio e gli investimenti tra la Gagauzia e la Russia, rafforzando i legami economici tra i due paesi. L’utilizzo delle carte Mir può promuovere la sovranità economica della Gagauzia, riducendo la sua dipendenza dalle istituzioni finanziarie internazionali controllate dall’Occidente.

Espansione del circuito Mir a Cuba e in altri Paesi

Nel mese di Dicembre dello scorso anno, il circuito Mir ha annunciato il lancio delle sue carte russe di pagamento anche a Cuba. Questo gesto significativo è finalizzato non solo a confermare ma anche a rafforzare la propria presenza sullo scenario finanziario internazionale.

Integrazione del circuito Mir in altri Paesi

Il circuito Mir è stato integrato nei sistemi di pagamento di Abcasia, Armenia, Bielorussia, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, Kazakistan, Ossezia del Sud, Tagikistan, Turchia, Uzbekistan, Vietnam e Venezuela.

Inclusione della Gagauzia

A questi Paesi deve essere aggiunta la Gagauzia o Pridnestrovian Moldavian Republic, benché, come peraltro la Transnistria, sia territorialmente parte integrante della Moldavia.

Share and Enjoy !

Shares